Trasportavano capi d’alta moda contraffati diretti a Napoli, fermate quattro persone al confine

Fermati quattro cittadini stranieri.

Gli agenti della polizia di frontiera di Tarvisio hanno scoperto un traffico di merci contraffatto che transitava verso l’Italia. È successo sabato, durante un’attività di controllo del territorio sulla strada statale 13 Pontebbana all’altezza di Ugovizza: un furgone Mercedes con targa rumena proveniente dall’Ucraina ha attirato i sospetti degli ispettori.

In particolare, la loro attenzione è stata accesa dalla poca chiarezza del conducente in merito alle ragioni del viaggio intrapreso. Si è così passati ad un controllo più approfondito, trovando all’interno del vano posteriore cinque grandi cartoni, con all’interno numerosi articoli di alta moda, risultati in seguito contraffatti. Erano nascosti dietro alcune derrate alimentari.

Nello specifico, si tratta di borse, pochette, portafogli e scarpe a firma di marchi famosi quali Chanel, Dior, Fendi, Gucci, Yves Saint Laurent e Louis Vuitton. Il conducente e i quattro occupanti sono stati fermati per gli accertamenti di rito e per ulteriori precisazioni in merito alla provenienza e destinazione della merce. Decisivo a tal proposito è stato l’intuito degli agenti, i quali – grazie ad una semplice applicazione installata sullo smartphone – hanno scannerizzato del qr code presente su alcuni prodotti. Lo stesso rimandava ad un sito web di matrice cinese e di presunta provenienza illecita. 

Terminati gli accertamenti. gli operatori hanno sequestrato i beni. La merce, in tutto 93 esemplari, era diretta a Napoli,così come risultava dall’indirizzo di spedizione affisso su ciascun cartone, scritto in lingua Ucraina e poi tradotto da uno dei passeggeri. Il conducente è stato deferito all’autorità giudiziaria per il reato di introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi. 

(Visited 135 times, 1 visits today)

About the Author