Dal libro della scrittrice di Gemona Piazza un film con un cast internazionale

Chiamato a collaborare un cast importante.

“Adelaar: storia di donne, confini e solitudini” è un progetto indipendente, che nasce dalla voglia di raccontare una storia inedita, fatta di donne ma “vista” attraverso gli occhi di un uomo: quelli dell’attore e regista friulano Enrico Bergamasco.

L’idea di raccontare questa storia parte da un romanzo, “Liberami” della scrittrice di Gemona Anna Piazza, edito da Arpeggio libero nel 2012, che è anche co-sceneggiatrice della storia insieme allo stesso Bergamasco e sta collaborando al progetto per la realizzazione del film.

“Questa storia mi ha colpito fin da subito, e ho pensato che fosse importante raccontarla adesso. Si parla di donne e di amore, ma anche di corpi e del loro uso e abuso, di sfruttamento, di relazioni umane complicate e di solitudini a volte molto profonde” spiega il regista.

La storia racconta le vicende di Emira, una giovane donna albanese che arriva in Italia, a Trieste, per cercare sua sorella che crede prostituta nella città giuliana. Qui incontrerà Eva, una giornalista che sta indagando proprio sul traffico della prostituzione, e le loro vite si incroceranno.

Il progetto low-budget è in cerca di fondi per la realizzazione. Sarà girato a Trieste e in varie location del Friuli, avrà un respiro internazionale grazie alla collaborazione di persone e realtà provenienti dall’Europa ma anche dall’America. 

Il film coinvolge attori come Emanuela Galliussi, natia di Udine ma oggi vive e lavora a New York, l’attrice albanese Esela Pysqyli, recentemente vincitrice al Festival del cinema di Pristina, che vive e lavora a Roma, Marino Masè, attore che ha lavorato con registi come Marco Bellocchio (Pugni in tasca – 1965), Francis Ford Coppola (Il padrino parte III) e molti altri. 

Essendo in fase iniziale di sviluppo ha bisogno di essere supportato nella sua realizzazione. “Abbiamo deciso di aprire un crowdfunding per la raccolta dei fondi – spiega il regista – perché vogliamo condividere il progetto con il pubblico, veicolarlo attraverso la rete e chiedere a tutti un piccolo contributo per aiutarci a realizzarlo”.

La raccolta fondi partirà il 14 ottobre su sul sito di Indiegogo, dove sarà possibile vedere i video e conoscere più a fondo il progetto. È inoltre possibile seguire il film sulla pagina Facebook e sul suo profilo Instagram. Qui sotto il primo trailer dell’opera.

(Visited 826 times, 1 visits today)

About the Author