Il sindaco Revelant e Balog rispondono sul futuro dell’ospedale: “Accuse ingiuste, sarà un presidio specializzato”

La maggioranza risponde all’attacco sull’ospedale.

Continuano le polemiche riguardo la riconversione dell’ospedale di Gemona in un centro di riabilitazione cardiologica. È scontro aperto quindi tra maggioranza ed opposizione. L’ opposizione comunale “Progetto per Gemona” guidata da Sandro Venturini ha dichiarato di essere delusa dagli scarsi risultati ottenuti dall’emendamento sulla legge Omnibus, considerando la mancanza di un “vero e proprio ospedale”. Avevano concluso con: “Non erano certo queste le richieste approvate nel 2016 all’unanimità dall’intero Consiglio comunale di Gemona”.

In risposta è intervenuta Zagorka Balog, consigliere comunale delegata al sostegno e alla valorizzazione dell’ospedale San Michele:
“Conforta vedere tutta questa energia ritrovata del PD locale e regionale, dopo il lungo periodo di silenzio. Questa amministrazione comunale si è presa un impegno sapendo dall’inizio che gli indirizzi nazionali impongono una direzione diversa per la sanità in generale. Il salto culturale che ci era stato richiesto significava dover guardare necessariamente al futuro prossimo a venire, dove il sistema hub and spoke era già obsoleto“.
Balog insiste sull’articolo 34 che identificava Gemona come presidio ospedaliero per la salute, chiarendo: “È l’articolo 28 quello che permetterà all’ospedale di avere la rinascita che merita, offrendo un servizio d’eccellenza a tutta la regione”.

“Con il cambiamento che abbiamo attuato – continua Balog -, si pone fine ad una vera e propria oligarchia, Gemona si ritaglia un ruolo di alta specializzazione in riabilitazione cardiologica, con il futuro arrivo di numerosi specialisti nell’ambito della medicina dello sport e della neurologia”.

Interviene infine il sindaco Roberto Revelant: “Il PD gemonese e quello regionale non hanno ancora capito gli emendamenti proposti e votati dal centro destra. Gemona diventerà un presidio ospedaliero specializzato e riuscirà allo stesso tempo a dare risposte migliori anche per le emergenze. La sinistra continui pure a parlare di immigrazione e di striscioni, nel frattempo noi cerchiamo di risolvere i problemi della nostra città, con lavoro e serietà.”




(Visited 414 times, 1 visits today)

About the Author