Chiude il rifugio Lambertenghi-Romanin di Forni Avoltri, mancano i fondi per ristrutturarlo

Il rifugio Lambertenghi-Romanin

L’annuncio dei gestori.

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno: il rifugio Lambertenghi-Romanin, situato nel comune di Forni Avoltri, chiuderà fino a data da destinarsi. Sono stati gli stessi gestori ad annunciare la cosa, a malincuore, in una propria nota. Fino al 2022, quindi, è molto probabile che il punto di ristoro molto frequentato dagli appassionati della montagna friulana non sarà più operativo.

“L’incognita – hanno scritto – è dovuta al fatto che al momento non ci sono fondi sufficienti per completare l’opera di ristrutturazione”. Da qualche tempo, infatti, sono iniziati i lavori per rifare il look alla struttura, che si trova alle pendici del monte Coglians e del monte Volaia, a poca distanza dal confine con l’Austria. Una meta molto frequentata per chi trascorre le giornate a camminare sui monti e tantissimi, infatti, hanno espresso la propria tristezza.

“Noi facciamo il tifo al comune di Forni Avoltri – hanno aggiunto nel proprio messaggio – affinché riesca nel più breve tempo possibile trovare i fondi mancanti per completare la ristrutturazione e vi terremo aggiornati sull’evolversi della situazione. Al momento possiamo solo dirvi che ci dispiace di non potervi accogliere la prossima estate e che ci mancherete”.

La struttura è stata costruito nel 1935, con la ristrutturazione di un edificio militare della prima guerra mondiale da parte di Antonio Del Regno, antesignano dello sviluppo turistico e naturalistico di questa zona. Passato di mano al Comune di Forni Avoltri alla fine degli anni ’70, l’edificio è stato ammodernato e la nuova struttura è stata inaugurata il 26 settembre 1982.

(Visited 4.967 times, 7 visits today)

About the Author