Sulle montagne del Friuli adesso è rischio valanghe

Neve sul Lussari (foto d'archivio)

Rischio valanghe nei prossimi giorni.

Tra ieri e oggi, mentre il resto della regione è colpita da forti piogge, in montagna ha nevicato abbondantemente. L’Osmer Arpa ha però lanciato il pericolo valanghe per le prossime ore per le zone sopra i 1800 metri, a debole coesione anche di medie dimensioni dai pendi ripidi e lungo i canaloni.

Il rischio sarà marcato su tutto il territorio montano per le abbondanti nevicate verificatesi nelle ultime ore, con quantitativi che localmente potranno superare i 50-70 centimetri. In alcuni casi, possibili anche fenomeni di grandi dimensioni, lungo i canaloni e pendii ripidi. 

Sempre oltre questa quota, il distacco provocato di valanghe sia a debole coesione che a lastroni soffici sarà possibile già con debole sovraccarico, in particolare sotto le creste e le forcelle e lungo i pendii più ripidi a tutte le esposizioni. È previsto un grado di pericolo diffuso pari a 3, ossia marcato.

Domani, invece, i rischi oltre i 1800 metri rimarranno. Si consiglia quindi massima prudenza nelle zone montane, oltre che sconsigliare di intraprendere escursioni ad alta quota nei prossimi giorni.

(Visited 1.796 times, 2 visits today)

About the Author