Tutela ambientale e dei borghi nel nuovo piano regolatore di Cassacco

Approvato il progetto nato nella precedente amministrazione.

È stato approvato ieri dal Consiglio comunale di Cassacco il nuovo piano regolatore. Si tratta della conclusione di quattro lunghi anni di lavoro, iniziati con l’amministrazione precedente guidata sempre dall’attuale sindaco Ornella Baiutti. Lo stesso progetto è stato rivisto, dopo la presentazione di numerose osservazioni da parte della minoranza, e finalmente votato.

“Le lungaggini dal 2015 ad oggi – ci spiega l’assessore al Bilancio, Valentina Mansutti – sono stati causati principalmente da normative esterne, che hanno condizionato il lavoro del nostro tecnico”. Inoltre, la riapertura fino allo scorso luglio dei termini per presentare osservazioni sul progetto ha fatto sì che i cittadini siano stati coinvolti ulteriormente nella discussione, sottolinea ancora Mansutti. In totale, sono state circa un centinaio, di cui diverse sono giunte doppie o triple, promosse anche da più comproprietari di uno stesso terreno.

In alcuni aspetti, poi, il piano comunale non ha potuto fare altro che recepire i vincoli delle leggi sovraordinate riguardanti cimiteri, boschi o quant’altro. Altre osservazioni, poi, erano riguardo al togliere l’edificabilità ad alcuni terreni, elemento inserito per ridurre al minimo il consumo di suolo. “Molti hanno chiesto di procedere in questo senso – chiarisce l’assessore – anche perché ciò comporta meno spese a livello di tassazione”. 

Tutela del verde e dei borghi sono così stati i punti cardini del nuovo progetto. Il tecnico esterno chiamato a redigerlo ha così trovato il plauso della maggioranza, che ha votato compatto a favore. 

(Visited 129 times, 1 visits today)

About the Author