Sgorlon, lo scrittore di Cassacco troppo poco conosciuto che ora si vorrebbe valorizzare

L’iniziativa.

“Promuovere iniziative nel ricordo dello scrittore friulano Carlo Sgorlon per onorare la sua figura, che lo annovera fra i grandi autori italiani contemporanei, e venga valorizzata la sua vasta produzione letteraria tra le giovani generazioni e nelle scuole”.

Lo affermano i consiglieri regionali di Progetto FVG/Ar Di Bert, Zanon e Morandini, che hanno presentato una mozione per impegnare la Giunta regionale a celebrare la figura di questo illustre intellettuale poiché il 25 dicembre 2019 ricorreranno i 10 anni dalla scomparsa dello scrittore di Cassacco.

“Sgorlon ha saputo narrare vicende reali in un mondo fantastico ma ben riconducibili al Friuli Venezia Giulia rurale – affermano i consiglieri -, interpretando l’indole del popolo friulano, le sue tradizioni, i suoi miti, i suoi valori e le sue vicissitudini storiche. Sgorlon ha saputo valorizzare la cultura e la lingua friulana nelle sue produzioni letterarie. I suoi romanzi sono stati tradotti in tutte le lingue principali, compreso il cinese, e apprezzati da un folto pubblico internazionale. L’autore ha vinto oltre 40 premi letterari tra cui lo Strega, due volte il Campiello e il Super Campiello, Grinzane Cavour, Flaiano, Nonino, Hemingway, solo per citarne alcuni, oltre ad aver ricevuto nel 2007 la laurea honoris causa in Scienze della Formazione primaria presso l’Università di Udine.

“L’opera di Sgorlon – concludono Di Bert, Zanon e Morandini – non si è limitata alla scrittura dei soli romanzi, ma ha spaziato dalla saggistica alla traduzione, dal teatro ai radiodrammi, dal giornalismo all’insegnamento e molto altro. Per queste ragioni anche le istituzioni come la Regione, oltre che tutto il mondo della cultura, devono adoperarsi per dare il giusto riconoscimento a un cantore dei valori etici e morali delle nostre genti che assumono una valenza universale”.

(Visited 217 times, 1 visits today)

About the Author