Il Comune di Tricesimo lancia un appello per cercare volontari

Il progetto di autotrasporto partirà a settembre.

La società Pmg ha donato al Comune di Tricesimo un Fiat Doblò, predisposto per il trasporto di 5 persone a sedere, incluso il conducente, oppure 3 più una in carrozzina. Un atto voluto dalle 33 aziende locali che hanno sponsorizzato il progetto. 

Successivamente, si è svolto presso il centro comunità di Adorgnano un incontro per valutare un progetto sui servizi e trasporto alle persone anziane, deboli e bisognose. Per l’occasione, erano presenti alla presenza il vicesindaco Renato Barbalace, il coordinatore dei pensionati Cisl Ivano Monguzzi e alcuni volontari.

Dopo un’attenta analisi, alla quale ha partecipato anche un rappresentante dell’associazione provinciale Terza età attiva solidale, il gruppo ha inteso attuare il progetto, considerando anche la disponibilità del nuovo automezzo. Si è proposto di iniziare il servizio a settembre.

Nel contempo, per poter dare fattibilità al piano di aiuto, è stato rivolto un appello ai cittadini di donare qualche ora del proprio tempo libero, anche solo due alla settimana, per il trasporto delle persone anziane, sole, bisognose  di aiuto  e senza mezzi.

“Lancio questo appello per trovare persone che abbiano voglia di impegnarsi e dare il via a questa nuova servizio di trasporto l’impresa non è semplice” ha spiegato Renato Barbalace che, insieme a Ivano Monguzzi e l’associazione Insieme per, crede fortemente in questa idea.In mancanza di persone pronte a mettersi a disposizione in questo senso, sarà molto difficile realizzarla.

Con la realizzazione del progetto, verranno effettuati servizi presso i presidi ospedalieri richiesti dalla popolazione over 65, disabili, minori e tutte le altre persone, senza limiti d’età, che devono affrontare terapie salvavita quali radioterapie e chemioterapie.

Inoltre, verrà effettuato il servizio di trasporto presso i centri diurni per anziani, le cooperative sociali e verso i luoghi di lavoro, le strutture riabilitative, quali la casa di riposo, e vari altri centri territoriali.

(Visited 413 times, 3 visits today)

About the Author