Eccidio di Malga Bala, a Tarvisio una cerimonia per rendergli onore

La cerimonia in onore delle vittime di Malga Bala a Tarvisio

Sono caduti per difendere la centrale idroelettrica di Valle di Bretto di Sotto, trucidati dai partigiani slavi nel marzo del 1944 a Malga Bala. Per questo motivo, il 23 marzo, il comandante generale dell’arma dei carabinieri, Giovanni Nistri, nel 75esimo anniversario della loro morte, sarà a Tarvisio per rendere omaggio ai 12 carabinieri caduti, deponendo una corona d’alloro in loro onore.

La tragica storia dei carabinieri

Era l’inverno 1943 quando, a causa della situazione di guerriglia in corso, fu costituito un distaccamento fisso di carabinieri a protezione della centrale idroelettrica in località Valle di Bretto di Sotto che forniva energia all’intera vallata. Il distaccamento, costituito da 16 uomini comandati da un sottufficiale ed accasermato in un fabbricato della centrale posto alla base della condotta forzata, iniziò il servizio il 28 gennaio 1944. Dopo circa due mesi, la sera del 23 marzo, i 12 militari dell’Arma presenti all’interno del distaccamento venivano sopraffatti e catturati da partigiani slavi in agguato nelle vicinanze. La stessa notte, sotto strettissima vigilanza, gli undici carabinieri ed il vice brigadiere comandante furono condotti alla chiusa di Plezzo e di lì, dopo ore di cammino, in Valle Bausizza, sino a giungere, uno o due giorni dopo secondo le fonti, in località Malga Bala (oggi Slovenia).

Qui furono depredati dei loro averi e trucidati, dopo violenze disumane che sopportavano con stoica dignità di soldati. Scattato l’allarme, ormai tardivo, le ricerche dettero esito positivo solo dopo diversi giorni allorquando, il 31 marzo, poco distante dalla Malga, una pattuglia di militari tedeschi rinvenne, parzialmente coperte dalla neve, le salme dei dodici sventurati. Raccolte e trasportate a fondo valle, il 2 aprile furono poi trasferite a Tarvisio. Il successivo 4 aprile, al termine di solenne cerimonia funebre, i resti dei dodici Carabinieri furono sepolti in località Mànolz di Tarvisio.

(Visited 197 times, 1 visits today)

About the Author