Torneo di calcio delle borgate di Gemona, tutte le emozioni e i risultati dell’edizione

I risultati e le novità dell’edizione.

Si è concluso il Torneo di calcio tra borgate a Gemona, giunto alla sua 49esima edizione. Le partite del torneo si disputano tra le squadre delle borgate di Gemona nei mesi di giugno e luglio. Il circolo si appoggia al Centro sportivo Nazionale Libertas per i tesseramenti ed alla Lega Calcio Friuli Collinare per le prestazioni arbitrali. Le novità dell’ultima edizione sono state numerose e l’organizzazione si metterà al lavoro a breve per organizzare l’edizione 2020.

Il Torneo è stato dedicato a Gio Batta Londero, storico collaboratore del torneo. In tutta la storia del torneo solamente cinque edizioni sono state dedicate.  Per la prima volta dalla sua nascita il torneo ha visto la presenza di una donna come allenatrice: Alessia Cargnelutti ha allenato la squadra della borgata di Stalis.
Il vincitore dell’edizione è stata la squadra del Campagnola, diretta da Gianpiero Venturini.
La coppa disciplina è stata vinta dalla squadra dello Stalis.
Il miglior capocannoniere del torneo, con quattordici goal, è stato Eros Londero della squadra del Gois. La coppa come miglior portiere, realizzata solamente in questa edizione in ricordo di Londero, che aveva giocato proprio nel ruolo del portiere, è spettata a Denis Blanzan della squadra della borgata Lessi.
Per l’edizione del torneo 2020 vi è stata una sola squalifica per comportamenti scorretti tenuti a fine gara nei riguardi del direttore arbitrale.

Ma le novità non hanno interessato solamente il campo da gioco. Quest’anno si è stretto un gemellaggio con CCS Cosa, di San Giorgio della Richivelda, fondato nel 1967 con cui c’è stato un rispettivo scambio di presenze durante i tornei.
“Il torneo è un momento di divertimento, ma non vogliamo dimenticare l’attenzione verso il sociale”, spiega Licio Pascolo, uno degli organizzatori. Quest’anno il manifesto del torneo riportava il logo “Fuck Sla“, inventato da Massimo Collini, a simbolo del sostegno del Circolo nella ricerca contro la sclerosi multipla. Il presidente regionale del progetto a sostegno dei malati di sla è stato presente alla premiazione e ha parlato a lungo della loro attività.

(Visited 1.722 times, 1 visits today)

About the Author