Il Giro Rosa arriva a Gemona, asfalto e semaforo con sensore

Asfaltature e semaforo vista red.

Il Giro Rosa attraverserà Gemona il 13 luglio. Si tratta dell’unico giro a tappe dedicato al ciclismo professionista femminile che vedrà la presenza di tutte le migliori atlete professionali. La tappa partirà da Gemona e si concluderà sull’altopiano del Montasio. L’evento del Giro Rosa garantirà una significativa ricaduta economica sul territorio, con oltre quattrocento presenze tra personale, atleti e operatori coinvolti. A seguito di un percorso lungo la collinare friulana, Gemona sarà nuovamente toccata dalla tappa con il passaggio delle atlete lungo la parte alta e bassa del paese.
Per preparare al meglio e mettere in sicurezza il tracciato si provvederà ad asfaltare integralmente via Trasaghis. L’importo totale per i lavori è stato di 100 mila euro ottenuti tramite un contributo regionale. Il comune si è attivato verso tutti gli enti gestori di impiantistiche, in modo da permettere i corretti allacci propedutici all’asfaltatura. Sarà interessata anche la zona di Ospedaletto, nei riguardi delle vie non interessate dal cantiere già avviato. Lavoro che permetterà il completamento del rifacimento stradale della frazione.

Sono stati stanziati fondi per l’acquisto di apparati tecnologici vista red, che verranno posizionati sul semaforo della statale 13, finalizzati alla prevenzione e alla sicurezza stradale. Vi saranno sanzioni per chi dovesse transitare con un semaforo rosso e per chi dovesse transitare con un segnale di giallo avanzato, ovvero per chi, invece di rallentare alla vista del giallo, sceglie di procedere comunque.
“L’intenzione non è certo quella di battere cassa, ma è quella di migliorare la sicurezza stradale per tutti i cittadini – spiega il vicesindaco Loris Cargnelutti -, questo ci permetterà di colpire anche chi approfitta della situazione e transita con il rosso, mettendo a rischio la sua vita e quella degli altri”.

(Visited 2.646 times, 1 visits today)

About the Author