Recuperati dal Soccorso alpino i 5 scout dispersi a Forni di Sotto

Le ricerche sono durate tutta la notte.

Sono stati recuperati e tratti in salvo i cinque scout di Venezia dispersi da ieri sera in zona impervia sopra Forni di Sotto .

Li hanno recuperati i tecnici del Soccorso alpino di Forni di Sopra assieme ai tecnici della Guardia di finanza di Tolmezzo dopo che questa mattina intorno alle sei e trenta l’elicottero della Protezione civile con a bordo il team di soccorso li ha individuati dall’alto nascosti dalle fronde di alcuni alberi.

I ragazzi erano finiti in un punto scosceso e impervio verso il fondo di un torrente quota 850 metri di altitudine, tra rocce e fitta vegetazione. Erano partiti ieri dal sentiero CAI 373 a quota 690 di altitudine e avevano come obiettivo raggiungere quota 1400 per poi rientrare lungo lo stesso percorso. I ragazzi scendendo lungo il sentiero, che compie qualche zig zag, hanno invece smarrito la traccia a quota 1200, incrodandosi nel punto in cui sono stati poi ritrovati senza riuscire a proseguire.

I tecnici del Soccorso alpino e della Guardia di finanza sono partiti a piedi alla foce ruscello senza nome che sfocia nel canale del Tagliamento – condotti fin qui dall’elicottero – e lo hanno risalito per duecento metri di dislivello tra salti di roccia e terreno scosceso. Quando li hanno raggiunti li hanno condotti in un punto sicuro, risalendo un tratto fino al sentiero che avevano smarrito, e da qui li hanno scortati e riaccompagnati alla base. 

Il Soccorso alpino ha operato tutta la notte a partire dalle 21 e 30 del 31 luglio fino alle 6 del mattino del 1 agosto seguendo le coordinate fornite in un primo tempo dal Nue 112, che hanno però portato le ricerche fuori strada sul torrente denominato Riu Claps. Quando la localizzazione avviene mediante il segnale agganciato dalle celle telefoniche, nelle zone montane può essere fluttuante e notevolmente impreciso e risultare inefficace. Durante le ricerche è stato poi attivato, interloquendo al telefono con uno dei ragazzi, anche il servizio Sms Locator sviluppato e brevettato dal Soccorso alpino: le nuove coordinate conducevano in un altro rio, senza nome, molto più a est e quattrocento metri più in basso rispetto a dove si trovavano i tecnici. All’alba la prima squadra è rientrata ed è potuto partire l’elicottero in perlustrazione, che grazie alla luce ha potuto individuarli. Le coordinate di SMS locator corrispondevano con la posizione in cui sono stati ritrovati i giovani. I ragazzi sono stati condotti sani e salvi alla loro base scout.

(Visited 196 times, 1 visits today)

About the Author