L’esempio di una coppia di Gemona, quattro sacchi di spazzatura per la trash challenge

Una coppia di Gemona inizia la trash challenge.

Negli ultimi giorni si è discusso abbondantemente di ambiente e inquinamento, a partire dall’importante sciopero per il clima, che si è svolto non senza poche polemiche, il 15 marzo scorso.

Thierry Pascolo e Marina Sussa, una coppia di Gemona, hanno deciso di lasciare il proprio contributo all’ambiente partecipando alla nuova proposta ecologica del momento, che chiede una partecipazione estremamente attiva alla pulizia dell’ambiente: la Trash Challenge. La sfida consiste nel trovare una zona in cui vi sono numerosi rifiuti abbandonati e ripulirla, seguendo le regole di riciclo.

La coppia ha ripulito un pezzo della strada che porta al monte Cuarnan e la zona di Ospedaletto da via delle Roste fino al ponte di via della Turbina. Armati di sacco blu e sacco giallo sono stati raccolti circa un centinaio di lattine di birra, molta plastica e polistirolo. Grosse quantità di lettiere per gatti e sacchetti di plastica con deiezioni animali. Un totale di tre sacchi della raccolta plastica e un sacco di misto secco.

“La nostra speranza è che qualcuno copi la nostra iniziativa – spiega Pascolo – io ritengo che sia dovere di ogni cittadino partecipare attivamente al bene comune, senza aspettare che sia qualcun altro a farlo al suo posto”. Continua Sussa, “ciò che più ci ha colpito è il fatto che buona parte di questi rifiuti fosse riciclabile. Credo nel fatto che ognuno debba mettersi in gioco in prima persona, è un dovere che abbiamo verso il nostro territorio e verso noi stessi”.

(Visited 3.552 times, 1 visits today)

About the Author