Il legno da schianto della Carnia conquista anche Udine

Il legno da schianto della Carnia prende vita a Udine.

Corte San Giacomo a Udine ha trasformato l’aperitivo in un’occasione di riflessione, riciclo e attenzione al territorio. Non soltanto per le tematiche affrontate all’interno degli incontri, quanto per il design delle nuove installazioni su cui chi partecipava all’aperitivo si sedeva comodamente.

Le nuove installazioni di panche, sedie e tavoli fanno parte di una delle iniziative della Filiera del legno FVG coordinate da Innova FVG e da Nicoletta Ermacora, in collaborazione con lo studio dell’architetto Alessandro Verona. Il progetto è stato sviluppato con il sostegno della Regione e vede coinvolte numerose aziende produttrici di legname su tutto il territorio friulano. Le nuove installazioni sono state realizzate interamente con legno da schianto, certificato PEFC e proveniente dalla Carnia, con la volontà di reinterpretare il suo utilizzo.

L’architetto Verona commenta: “Reinterpretare lo spazio e portare il legno da schianto in città è un’interessante connubio tra montagna e città, oltre ad un’occasione per portare al centro dell’attenzione la problematica dovuta alla grossa quantità di legno che deve essere smaltito a causa dei danni dovuti al maltempo”.

La volontà è quella di portare gli oggetti in mostra in vari spazi pubblici d’Italia, prima tra tutte Sappada successivamente in Sardegna. Lungo il mese di dicembre sono stati ospitati all’interno della mostra alcuni aperitivi con discussioni a tema, offrendo un allestimento dal sapore nuovo, capace di unire città e realtà boschiva.

“La capacità della Filiera del Legno rappresenta la forza del Friuli e la sua capacità di agire – interviene Verona – spero che queste iniziative offrano un valore aggiunto al Friuli e alla sua realtà territoriale. Magari anche cambiando il volto della città che ora conosciamo”

(Visited 698 times, 1 visits today)

About the Author